Writing of light – Festival Internazionale di arte e luce a Taiwan

Si e’ appena concluso  “Scrittura di luce” il primo Festival Internazionale di arte e luce presso il National Museum of Fine Art a Taichung che ha visto la partecipazione delle opere di luminarie di Daniel Monteverde “Costellazione” e “Messaggeri delle stelle” come opere principali. 

Writing of light – Festival Internazionale di arte e luce a Taiwan - Geopolitica.info

Questo evento d’arte contemporanea e’il pioniere nel suo genere per il taglio esclusivamente artistico e si inserisce parallelamente ai tradizionali festival delle lanterne che illuminano i quartieri appena dopo il capodanno cinese con lo scopo di portare buon auspicio per l’anno che segue. Le luminarie che sono originarie della tradizione del sud d’Italia utilizzate come decorazioni simboliche per le feste patronali, in Taiwan si consacrano per la prima volta come opera d’arte contemporanea nel contesto del museo nazionale di belle arti. Dato il successo dell’evento si sta già pensando alle prossime collaborazioni Italia-Taiwan in ambito arte.

Nella foto l’artista Daniel Monteverde, la coordinatrice italiana in Taiwan Sita Spada, il ministro dei trasporti Chia-lung Lin e il direttore del museo Chi-Ming Lin.

Prendendo la luce come media e materiale, la percezione della luce da parte degli artisti è andata oltre la proprietà fisica della luce; sottolineano l’esperienza sensoriale apportata cambiando la luce nello spazio, come il campo di “scrittura” creato dal movimento della luce, nonché i cambiamenti tra gli spettatori e le opere d’arte. Sfidando le esperienze di incertezza dello spettatore attraverso la creazione, gli artisti hanno aperto le possibilità di adottare diverse prospettive sull’osservazione per presentare il valore dell’arte. Il 1° Taiwan International Light Festival ha invitato 7 gruppi di artisti provenienti da Taiwan e da tutto il mondo con le loro creazioni di arti luminose, arti tecnologiche e arti trasversali. Le conversazioni tra le opere e i campi hanno messo in luce la “Scrittura della luce”, il tema principale della mostra, le possibilità di espandere l’arte della luce attraverso le prospettive degli artisti.

I singoli creatori partecipanti provengono da Italia, Giappone, Taiwan, ecc. E tutti usano la luce come media nella creazione per enfatizzare ed evidenziare le proprietà e le possibilità del campo. Ad esempio, le opere composite di Daniele Monteverde, “Costellazione” e “Messaggeri delle stelle”, sono le forme di continuità nello spazio e presentate da complicate prestazioni luminose. L’artista italiano si è avvalso della consulenza della connazionale Sita Spada per coordinare la sua partecipazione al Festival e gestire la comunicazione e la logistica.

Le nuove esperienze create dall’installazione della luce, Whyixd “Channels” firmate da Whyixd con cambiamenti meccanici e i colori della luce hanno creato un luogo senza precedenti nella realtà. “An Electronic Monster Series” di Yao Chung-Han ha creato un’auto-relazione con i cambiamenti del terreno. “Edge of Void” di Yasuaki Onishi ha utilizzato l’aiuto della fluorescenza e del vento per far fluire la luce sul campo. “Floating Fragment” di Ding Chien-Chung ha usato le luci per presentare la respirazione attraverso le luci come il punto culminante della connessione interna tra gli esseri umani e l’ambiente naturale. “Gentle Swirl in the Forest” di Chiang Chih-Wei ha usato la riflessione e la diffusione della luce per presentare un senso di galleggiamento nello spazio. Inoltre, “Sondes A / V Duo Échos” esposti nell’Immersive Space alla Indoor Gallery # 201 hanno usato l’interpretazione digitale per far comprendere agli spettatori parti dello sviluppo della storia dell’arte di Taiwan da diverse prospettive.

Diversamente dalla maggior parte delle altre mostre tenute al chiuso, gli spazi esterni sono utilizzati come sede principale della mostra. Gli spazi esistenti, i prati, il cavalcavia e i pendii collinari del National Taiwan Museum of Fine Arts hanno un nuovo significato sul campo che porta i visitatori a rivivere il Museo; e durante il processo di navigazione della mostra, lasceranno un’impressione duratura. Allo stesso tempo, confrontando Scrittura di Luce con altri festival della luce di tipo urbano che si sono svolti negli ultimi anni, i curatori hanno scritto l’unicità di ogni città attraverso l’organizzazione di festival della luce. Collegando il festival con l’argomento di questo forum, abbiamo invitato i curatori dell’International Light Festival, i creatori di arti luminose, gli esperti di marketing cittadino, ecc., A condividere il processo di pianificazione del festival della luce, l’impatto che avrà sul città del luogo e come scrivere una nuova immagine della città.