Who is who: Michel Temer

Nome: Michel Temer
Nazionalità: brasiliana
Data di nascita: 23 settembre 1940
Ruolo: Presidente del Brasile

Who is who: Michel Temer - GEOPOLITICA.info

Michel Temer, avvocato e politico brasiliano, è il trentasettesimo presidente del Brasile. È succeduto il 31 agosto 2016 al suo predecessore Dilma Rousseff, assumendo la guida del paese in un momento di estrema difficoltà dovuta tanto agli scandali politici, legati principalmente al fenomeno della corruzione, che hanno travolto la classe politica brasiliana nel corso degli ultimi anni, quanto alla difficile situazione economica.

Temer è l’ottavo figlio di una coppia di immigrati libanesi maroniti arrivati a San Paolo alla metà degli Venti del secolo scorso. Egli ha studiato legge all’Università di San Paolo e alla Pontificia Università Cattolica di San Paolo. Presso quest’ultima istituzione ha ottenuto un dottorato, esercitando successivamente la mansione di docente di diritto costituzionale.

Circa l’attività politica, nel 1964 Temer entrò nello staff del Dipartimento all’Educazione dello Stato di San Paolo. Nel 1983 venne nominato Procuratore generale dello stato e l’anno successivo divenne segretario di sicurezza pubblica di San Paolo.

Una volta entrato nel Partito del Movimento Democratico Brasiliano (fazione di centro-destra), nel 1986 Temer è diventato membro dell’Assemblea Nazionale Costituente che ha redatto una nuova costituzione per il paese nel 1987. È stato eletto nel 1987 al primo di sei mandati nella Camera dei Deputati e ha servito come presidente presso di essa per tre volte (1997-99, 1999-2001, 2009-10).

Il 17 dicembre 2010, Temer rinunciò alla Presidenza della Camera dei Deputati per assumere l’incarico di Vicepresidente federale nel governo della presidente Dilma Rousseff. Dopo cinque anni trascorsi alla vicepresidenza, il 12 maggio 2016 Temer assunse i poteri di presidente al posto della Rousseff, per la quale il Parlamento diede avvio al procedimento di impeachment, sospendendola così dal suo incarico.

Il 31 agosto dello stesso anno, quando a seguito della votazione del Senato a favore dell’impeachment Dilma Rousseff venne definitivamente destituita, Temer assunse la carica di Presidente del Brasile.

Michel Temer, nel suo anno di presidenza, ha condotto il paese a una maggiore stabilità politica, col risultato di una nuova crescita degli investimenti esteri. L’agenda politica di Temer sembra convincere ogni giorno di più i mercati finanziari, prossimi all’abbandono delle incertezze che hanno contrassegnato l’ultimo disastroso biennio dell’economia brasiliana.

A contribuire alla stabilità politica del paese vi è la recente notizia che il presidente in carica non verrà processato per corruzione dalla Corte Suprema del Brasile. La Camera bassa del Parlamento brasiliano agli inizi di agosto del 2017 ha infatti votato a larga maggioranza per respingere le accuse di corruzione contro Temer, il quale era stato accusato di corruzione passiva, ostruzione della giustizia e partecipazione a un’organizzazione criminale nell’inchiesta “Lava Jato”, che riguarda la rete di corruzione interna alla compagnia petrolifera statale Petrobras.