Who is Who: Liu He

Nome: Liu He (刘鹤)
Nazionalità: Cinese
Data di nascita: 25 gennaio 1952
Ruolo: Vicedirettore della National Development and Reform Commission – membro dell’Ufficio Politico del PCC  – Direttore dell’Ufficio Generale del Central Leading Group for Financial and Economic Affairs

Who is Who: Liu He - GEOPOLITICA.info

Di etnia Han, Liu He è nato nella municipalità di Pechino. Ha lavorato come “zhiqing” nel programma di educazione giovanile voluto da Mao durante la Rivoluzione Culturale che portò milioni di giovani residenti urbani, tra cui anche il futuro Segretario Xi Jinping, a lavorare come manovalanza nelle campagne. Ha servito anche nell’Esercito Popolare di Liberazione fino al 1973. Nel 1967, il padre di Liu He si è suicidato lasciandolo solo con la madre.

A Pechino ha frequentato le scuole e, successivamente, la facoltà di Economia Industriale. Trasferitosi negli Stati Uniti, ha completato il suo percorso di studi alla Seton Hall University e, infine, alla Harvard University con un master in Public Administration. Intanto, però, è entrato a far parte della National Development and Reform Commission, l’agenzia di policy planning e analisi macro-economica dell’esecutivo cinese, dove ha lavorato fino al 1998 quando è passato al think tank associato alla NDRC, lo State Information Center, rimanedovi fino al 2011.

Nel 2012 entra a far parte del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese dopo il 18esimo Congresso che porterà Xi Jinping alla guida del PCC e della Repubblica. Parallelamente, nell’aprile 2013 viene nominato dal Consiglio di Stato, vice-direttore della NDRC e diventa membro del Leading Group for Financial and Economic Affairs, la commissione interna al Comitato Centrale deputata a supervisionare le politiche macro-economiche del paese. E’ stato promotore di molte delle politiche economiche condotte a partire da Hu Jintao ed è la mente dietro il documento approvato al Terzo Plenum del PCC tenutosi nel novembre 2013, in cui vengono delineate le linee guida della politica economica di Xi Jinping, tra cui la necessità di bonificare il panorama delle SOE, le imprese di stato, lasciando fallire quelle meno performanti ed evitando così la privatizzazione. Nel 2013, Xi Jinping lo ha presentato al consigliere per la Sicurezza Nazionale di Barack Obama come una persona “molto importante” per lui, dimostrando l’autorità guadagnata da Liu He.

Nel 2017, il 19esimo Congresso del Partito lo ha riconfermato al Comitato Centrale e lo ha promosso al Politburo inserendolo tra le 32 persone che guideranno il PCC e, quindi, lo Stato cinese per i successivi 5 anni.

E’ considerato un fidato consigliere di Xi Jinping (secondo molti un vero e proprio amico di lunga data e compagno di scuola a Pechino) pur avendo servito a stretto contatto anche con il predecessore Hu Jintao e ha ottenuto un così grande prestigio e potere da essere definito “l’architetto della politica economica cinese”. Insieme a Wang Huning, membro oggi del Comitato Permanente, è da ritenersi l’ideologo del Partito Comunista Cinese.

Nei prossimi anni potrà giocare un ruolo sempre più centrale nella definizione delle politiche della Repubblica Popolare Cinese ma, per limiti d’età, è da escludere che possa entrare a far parte del Comitato Permanente, l’organo ristretto alla guida del Partito.

Related Post