Who is Who: Ekaterini Sakellaropoulou

Nome: Ekaterini Sakellaropoulou (Αικατερίνη Σακελλαροπούλου)
Nazionalità: Greca
Data di Nascita: 30 maggio 1956
Ruolo: Presidente eletto della Repubblica Ellenica

Who is Who: Ekaterini Sakellaropoulou - Geopolitica.info

Ekaterini Sakellaropoulou nasce a Salonicco nel 1956, studia giurisprudenza presso l’Università di Atene (1978) e completa gli studi post-laurea in Diritto pubblico all’Università di Parigi II. Cresciuta in una famiglia di giuristi, suo padre, Nikolaos Sakellaropoulos, è stato vicepresidente della Corte Suprema della Grecia.

Nel 1982 è nominata relatore nel Consiglio di Stato greco e successivamente, nel 1987, è promossa al grado di assistente. Nel 2000, viene elevata al grado di consigliere.

Particolarmente sensibile alle tematiche ambientali, in qualità di Consigliere di Stato è relatrice su molte importanti questioni come la deviazione del fiume Acheloos nella pianura di Salonicco, il salvataggio dei rifugiati in Alexandria Avenue e le miniere d’oro di Kassandra. Appunto, dal 2005, insegna Diritto ambientale presso la Scuola Nazionale dei Giudici.

È segretario generale (1985-1986) poi presidente (1993-1995 e 2000-2001) e infine vicepresidente (2006-2008) dell’Associazione degli ufficiali giudiziari del Consiglio di Stato, a cui si aggiunge l’incarico di Presidente della Disciplina del Ministero degli Affari Esteri (2013-2015). Nell’ottobre del 2015, la Sakellaropoulou assume la carica di vicepresidente del Consiglio di Stato.

Esattamente tre anni dopo, è la prima donna alla Presidenza del Consiglio di Stato, scelta dal Consiglio dei Ministri dell’allora premier Alexis Tsipras.

“Sento la presidenza del Consiglio di Stato, per la quale sono stata eletta dal Consiglio dei Ministri, come un onere e un onore che mi invitano a rispondere con tutte le mie forze. E spero che, in collaborazione con i miei colleghi, la Corte Suprema, durante il mio mandato, procederà come richiesto al suo ruolo costituzionale, all’interno dello stato di diritto e della tradizione democratica del Paese” è la sua prima dichiarazione dopo l’entrata in carica.

La sua personalità di grande rilievo, unita alla sua alta formazione giuridica, e al successo ottenuto dallo svolgimento di prestigiosi incarichi, hanno portata alla sua candidatura alla più alla carica dello Stato.

“E sì, la signora Sakellaropoulou è una donna. Illustre scienziata e cittadina attiva. Non nascondiamoci dietro le dita, la società greca è ancora caratterizzata da molte discriminazioni nei confronti delle donne “, ha dichiarato Kyriakos Mitsotakis, annunciando la proposta del Governo per il più alto ufficio politico del Presidente della Repubblica.

“Tutti riconoscono i suoi riferimenti democratici e la sua sensibilità sociale. E, per quanto ne so, non proviene dalla nostra famiglia politica “, ha anche osservato il Premier greco.

Nella giornata di mercoledì 23 gennaio 2020, Katerina Sakellaropoulou è stata eletta Presidente della Repubblica al primo voto, da Nea Dimokratia (centro-destra), SYRIZA e KINAL (Movimento per il Cambiamento, centro-sinistra), con 261 voti (su 294).

Dopo la sua elezione, la Sakellaropoulou ha espresso il suo impegno a svolgere le sue funzioni come sancite nella Costituzione “alla ricerca del massimo consenso possibile”.

“Il nostro paese è un moderno stato di diritto ed è un fattore di stabilità e democrazia. Un prerequisito essenziale per migliorare questa posizione è la salvaguardia della sovranità territoriale”, ha affermato Sakellaropoulou, descrivendo condizioni difficili a livello internazionale e sfide come “la crisi economica, i cambiamenti climatici, l’emigrazione giovanile”.

“Soprattutto per il nostro Paese, consolidare l’ambiente sociale attraverso un clima di sicurezza, tranquillità e fiducia, crescita economica”, ha affermato la nuova Presidente.

“Attendo con impazienza una società che rispetti i diritti umani come indicato nella Costituzione e nella Carta dei diritti umani, guarisca le ferite del passato e guardi al futuro con ottimismo”, ha aggiunto Sakellaropoulou, “Per questo futuro assicuro al Parlamento e ai Greci che farò del mio meglio per adempiere al mio ruolo costituzionale”, ha concluso la Sakellaropoulou, che presterà giuramento il prossimo 13 marzo 2020.