Who is who: Carlos Alvarado

Nome: Carlos Alvarado Quesada
Nazionalità: costaricense
Data di nascita: 14 gennaio 1980
Ruolo: Presidente della Costarica

Who is who: Carlos Alvarado - GEOPOLITICA.info

Il neo eletto (1 aprile 2018) trentottenne presidente della Costa Rica nasce a San José in una famiglia benestante composta dall’ingegnere Alejandro Alvarado Induni (padre), Adelia Quesada Alvarado (madre) e dai fratelli Federico e Irene.

Ha frequentato le scuole primarie presso la Escuela Anglo-Americana e quelle secondarie presso il Colegio Saint Francis. I suoi studi proseguono poi nell’Università della Costa Rica dove consegue la laurea in Scienze Politiche. Durante gli anni di studi accademici è stato giornalista per due anni per il Semanario Universidad. L’esperienza giornalistica è stata ripetuta in seguito e per un breve periodo con il periodico Ojo.

Avarado si affaccia nel mondo politico nei primi anni del 2000 proprio da giornalista, intervistando prima Ottón Solís, uno dei fondatori del Partido Acción Ciudadana (PAC), poi Luis Guillermo Solís, ex segretario generale del Partido Liberación Nacional (PLN) passato al PAC. Le capacità di Alvarado vengono subito notate e viene ingaggiato nell’ufficio stampa del PAC. Qui la crescita è esponenziale e già nel 2006 è alla guida della campagna elettorale in favore di Ottón Solís. Il risultato però è deludente e ad assicurarsi la presidenza è il candidato del PLN, Óscar Arias. La sconfitta spinge Alvarado a perseguire nuove strade: si trasferisce in Francia dove trascorre un anno insegnando la lingua spagnola.

Ritorna in Costarica per dare man forte al PAC nella campagna del “no” al trattato di Libero Scambio Commerciale con gli Stati Uniti (2007), ma anche in questa occasione la sua causa è sconfitta e lo stesso Alvarado decide di abbandonare nuovamente il paese. Questa volta la sua destinazione è l’Inghilterra, dove intraprende gli studi all’Università del Sussex (Brighton).

Conclusa quest’esperienza torna in Costarica, nel 2009, per concorrere come candidato senatore alla campagna elettorale di Ottón Solís  per le presidenziali 2010. Le elezioni segnano la vittoria di Laura Chinchilla (PLN) e lo sconfitto Alvarado si trasferisce a Panama per poi sposarsi nello stesso anno con Claudia Dobles Camargo, con la quale avrà un figlio, Gabriel Alvarado Dobles, nel 2013. Nello stesso anno Alvarado torna in Costarica a seguito della vittoria delle primarie del partito da parte di Luis Guillermo Solís: sarà questo il candidato PAC alle presidenziali del 2014. Questa volta il PAC ha successo e si aggiudica le elezioni presidenziali. Da questo momento Alvarado passa da militante a politico assumendo prima la presidenza esecutiva dell’Instituto Mixto de Ayuda Social (IMAS) poi, nel 2016, la carica di Ministro del Lavoro. Un ruolo che ricopre solo per pochi mesi, lanciando la sua candidatura alle elezioni presidenziali del 2018.

Durante il relativamente breve periodo trascorso tra l’IMAS e il governo Alvarado riesce a lasciare il segno: è tra gli artefici di una riduzione della povertà di ben due punti percentuali tra il 2014 e il 2016 e spicca quale protagonista nel buon esito della rinegoziazione delle convenzioni collettive per la Refinadora Costarricense de Petróleo (Recope), la Junta de Administración Portuaria y de Desarrollo Económico de la Vertiente Atlántica (Japdeva) e per Banco de Costa Rica (BCR).

Il 4 febbraio la prima tornata elettorale si è conclusa con la definizione dei contendenti per il ballottaggio: Carlos Alvarado che con il PAC ha conquistato il 21,74% dei voti contro il 24,78% del suo avversario Fabricio Alvarado del Partido Restauración Nacional (PRN). Una sconfitta parziale poi ribaltata nel ballottaggio del 1° aprile dove il PAC si aggiudica il 60,79% dei voti e Carlos Alvarado diventa il 48˚ presidente della Costarica.