0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaElezioni Turchia al VAR: esame di maturità per la...

Elezioni Turchia al VAR: esame di maturità per la democrazia

-

Restiamo ai fatti. La notizia del ballottaggio il prossimo 28 maggio in Turchia per decidere l’esito delle elezioni politiche e presidenziali è di per sé una buona notizia. Non fosse altro perché se “a pensar male degli altri si fa peccato ma spesso si indovina” (Giulio Andreotti dixit), ammesso e non concesso che qualcuno avesse voluto barare in qualche modo, è evidente che non ci sia riuscito. Ma questa è solamente fantapolitica. Restando ai fatti, dunque, l’esistenza stessa di un ballottaggio sgombra il campo da molte polemiche sulla scarsa trasparenza del voto. Anzitutto merita applausi un’affluenza record che in Turchia ha sfiorato il 90% (fermandosi all’88%), di quasi 25 punti superiore a quella fatta registrare in Italia lo scorso settembre (63,91%). Una vera e propria febbre democratica. 

LEGGI L’ARTICOLO

Articoli Correlati

Au G7, Meloni naviguera entre négociations européennes et recherche d’une crédibilité internationale

Après la soirée électorale, Giorgia Meloni s’est immédiatement envolée pour l’hôtel de Borgo Egnazia, dans les Pouilles, où sera...

Sempre più Italia nell’Indo-Pacifico. La ricerca dell’Unint University Press

La ridefinizione del sistema internazionale dovuta allo spostamento del potere globale verso la regione dell’Indo-Pacifico ha spinto anche alcune...

America breaks global rules as it defends the free world

As an organising principle for western foreign policy, the “rules-based international order” has long suffered from some disastrous flaws....

I carried out the strike that killed Soleimani. America doesn’t understand the lesson of his death.

Any assessment of the Middle East’s future must contend with an unpleasant fact: Iran remains committed to objectives that threaten...