Seminario a Taipei: Europa, Italia e Taiwan

Giovedì 11 aprile 2019 si è svolto a Taipei, presso l’Istituto per la diplomazia e gli affari internazionali, il seminario: “L’Europa al crocevia e dei punti di vista da Roma: implicazioni per Taiwan”, promosso dall’Ufficio Italiano per la promozione economica, commerciale e culturale nella Repubblica di Cina (Taiwan). L’evento è stato un importante momento di incontro tra la comunità accademica italiana nell’isola e il corpo diplomatico taiwanese.

Seminario a Taipei: Europa, Italia e Taiwan - GEOPOLITICA.info

Nel corso del seminario, introdotto dal rappresentante italiano a Taipei, Ministro plenipotenziario Davide Giglio, sono intervenuti il responsabile della delegazione di Bankitalia a Tokyo, Angelo Cicogna, e alcuni ricercatori italiani sia residenti a Taipei che presenti nella capitale taiwanese con le borse di studio “Taiwan Fellowship”, alla presenza del Direttore Generale Europa del ministero degli Esteri di Taiwan, Johnson Sen Chiang, e di un pubblico composto da diplomatici taiwanesi, rappresentanti ministeriali, docenti e ricercatori universitari. Il Ministro plenipotenziario Davide Giglio ha evidenziato l’utilità di far conoscere la realtà italiana e il ruolo strategico dell’Italia nel contesto comunitario, sotto diversi punti di vista, a poco più di un mese dalle elezioni europee e quindi nel momento in cui in Italia è in atto un intenso dibattito su temi di economia, politica interna e politica estera. Giglio ha poi ricordato la figura del compianto Ambasciatore Camillo Zuccoli e il suo ruolo cruciale nelle relazioni italo taiwanesi negli ultimi quaranta anni. 

Cicogna ha spiegato le dinamiche dell’economia italiana nel contesto europeo, sottolineando il ruolo centrale dell’Italia nell’interscambio con i paesi asiatici. Il professor Stefano Pelaggi di Sapienza Università di Roma ha presentato il ruolo dell’Italia come laboratorio politico, analizzando alcuni specifici casi in cui la vita politica italiana ha anticipato alcune macro tendenze. Il professore Andrea Carteny di Sapienza Università di Roma ha presentato il processo di unificazione italiana, evidenziando le uniche caratteristiche del Risorgimento italiano e la sua vocazione universalistica. Fabrizio Bozzato, ricercatore del Center for International Strategic Studies di Taipei e diplomatico dell’Ordine di Malta, ha approfondito il ruolo storico e attuale, sia sul versante italiano sia internazionale, della Santa Sede che grazie alle piene relazioni diplomatiche con Taiwan ha un ruolo chiave nella politica estera del Paese asiatico. A conclusione del suo intervento Bozzato ha omaggiato S.E. Cristoforo Tu, ex-ambasciatore di Taiwan presso la Santa Sede, che era in sala con la moglie Maria. Raffaele Hofmann, ricercatore presso l’università Fu Jen di New Taipei, ha illustrato il ruolo dell’Italia nel contesto delle politiche europee nel Mediterraneo e il progressivo allargarsi del suo raggio d’azione nazionale al “Mediterraneo allargato”. Enrico Cau, ricercatore della Taiwan Strategy Research Association, ha parlato dell’impegno italiano, passato e presente, nelle missioni di peace-keeping e analizzato i possibili prossimi scenari. Al termine dell’incontro i diplomatici taiwanesi hanno alimentato un dibattito sui temi, in particolare sulla questione del memorandum d’intesa recentemente siglato con la Repubblica Popolare cinese.