0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaLa Russia in guerra: perdita di flessibilità strategica e...

La Russia in guerra: perdita di flessibilità strategica e avvicinamento alla Cina

-

A prescindere da quelli che saranno gli esiti della guerra in Ucraina, Putin e la classe dirigente russa hanno dimostrato la loro incapacità di ottenere per le vie diplomatiche quell’obiettivo che oggi affidano alle armi: la neutralità – o “finlandizzazione” – di Kiev a garanzia di quella che rappresenta una vera e propria costante della politica estera della Russia – nelle sue varie forme statuali: zarista, sovietica e postsovietica – ovvero il “senso di accerchiamento”.

LEGGI L’ARTICOLO

Articoli Correlati

Don’t just assume Trump will back Russia, says Polish foreign minister

Sikorski says he hopes Trump is realizing that opposing Ukraine could undermine his prospects of winning back the White...

NATO’s Real Problem is Europe, Not The U.S.

Following the organization’s seventy-fifth anniversary, the conventional wisdom about NATO is that it is threatened by growing U.S. “isolationism.” Critics say...

La visita di Kishida a Washington e ai minilaterali geopolitici del 21° secolo dell’Asia orientale

La fortunata visita del primo ministro giapponese Kishida Fumio a Washington tra il 9 e l'11 aprile ha testimoniato...

Alla scoperta dell’Artico con il Festival delle Geografie

Domenica 14, ultima giornata del Festival delle Geografie, sarà dedicata all'Artico, un'area del mondo tanto remota quanto importante per i suoi aspetti...