0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

0,00 €

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaPerché la Repubblica Ceca si è “ribellata” alla Cina

Perché la Repubblica Ceca si è “ribellata” alla Cina

-

Un “atto di tradimento internazionale”, una “aperta provocazione”, un gesto di sfida che non passerà certo inosservato. Quando Milos Vystrcil, presidente del Senato della Repubblica Ceca, ha incontrato a Taipei il presidente taiwanese, Tsai Ing Wen, la Cina non credeva ai propri occhi. Impossibile che Praga abbia osato tanto: mandare un alto funzionario in visita ufficiale nella “provincia ribelle” di Taiwan e fare asse con gli indipendentisti dell’isola, elogiando la democrazia in barba al principio di “una sola Cina” sbandierato da Pechino.

LEGGI L’ARTICOLO:

Corsi Online

Articoli Correlati

Libia: scontri a Tripoli. L’Italia resta ancora a guardare?

La Libia continua ad essere scossa da un’instabilità incontrollabile, ammesso che anche i tentativi delle UN siano riusciti a...

Miliziani ceceni: l’arma di Putin per la guerra urbana

Mentre gli eserciti di Mosca e Kiev si affrontano tra i villaggi e le grandi pianure dell’Ucraina, altre forze...

Draghi-Biden: molto più che amici

Necessità fa virtù. L’opportunità molto di più. La visita ufficiale del Premier Mario Draghi a Washington ha un timing...

Putin, il discorso integrale in italiano

Il discorso integrale di Vladimir Putin alla parata militare del 9 maggio a Mosca, in occasione del 77esimo anniversario...