Lo Stato Islamico: sfida globale all’ordine geopolitico mondiale

Da quando è stato proclamato nel giugno del 2014, lo Stato Islamico ha rappresentato un elemento di disordine geopolitico nel sistema politico internazionale. Il caos geografico causato dall’Isis ha riguardato sia la dimensione interna agli Stati coinvolti dalla sua affermazione – in primis Siria e Iraq – sia la dimensione relativa alle relazioni internazionali e alla risposta fornita dall’Occidente. Stando a entrambe queste prospettive, partendo dalla riflessione geografica, è possibile intravedere i segni di una perdita di centralità dell’asse imperniato sugli Stati Uniti, tale da far cambiare la geografia politica internazionale a favore di un multipolarismo che ridisegnerebbe la carta politica globale.     -> LEGGI IL PAPER

Lo Stato Islamico: sfida globale all’ordine geopolitico mondiale - GEOPOLITICA.info

Articoli correlati

Corso Online in Geopolitica e Relazioni internazio... Il sistema internazionale sembra avvicinarsi pericolosamente a uno schema di disordine permanente, generato dalla crisi dell’unipolarismo e dall’asces...
Lo stato di salute dell’Iran tra sanzioni e dissid... In una fase di transizione storico-politica destinata a mutare nuovamente gli equilibri regionali del Medioriente, l’Iran si trova attualmente in una ...
Pursuing Indo-Pacific Centrality: China’s geo-econ... Un articolo di Fabrizio Bozzato sulla strategia cinese nel Pacifico. La Cina è emersa come attore sempre più importante nella regione attraverso diver...