L’accordo di partenariato economico e strategico tra UE e Giappone

Ue e Giappone hanno siglato, il 17/07/2018, a Tokyo l’accordo di partenariato strategico e l’accordo di partenariato economico, il più grande trattato commerciale bilaterale mai siglato dall’Unione, destinati a rafforzare le relazioni tra l’arcipelago e il Vecchio Continente.

L’accordo di partenariato economico e strategico tra UE e Giappone - GEOPOLITICA.info Il primo ministro del Giappone Shinzo Abe e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker (ilpost.it)

Nella capitale nipponica al 25esimo vertice Ue-Giappone a rappresentare l’Unione c’erano Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, e Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, mentre per il Giappone ha partecipato al vertice il primo ministro Shinzo Abe.Tra gli obiettivi prioritari fissati nell’accordo, il più grande accordo di libero scambio mai completato dall’UE, emerge in primo luogo la riduzione o l’eliminazione delle tariffe doganali di un elenco di prodotti condivisi, rendendo meno gravoso l’interscambio commerciale per i tutti i soggetti interessati, a beneficio soprattutto delle piccole e medie imprese. Successivamente le parti si sono impegnate anche nel concordare un Accordo di partnership strategico che comprende i temi del cambiamento climatico, della difesa dell’ambiente, delle politiche di sicurezza. L’EPA aprirà quindi importanti orizzonti di sviluppo nelle strategie fra i due giganti economici a beneficio della crescita economica e del benessere globale.

L’accordo commerciale

L’EPA è il più grande accordo commerciale concluso dall’UE. Il 99% delle tariffe applicate sull’export tra UE e Giappone, le quali attualmente ammontato a circa a 1 miliardo di euro, saranno rimosse. Una mossa contro il protezionismo di Trump. Le imprese dell’UE esportano già in Giappone beni per oltre 58 miliardi di euro e servizi per 28 miliardi di euro. Le imprese europee devono però affrontare le barriere commerciali all’esportazione verso il Giappone, il che rende difficile per loro competere.

L’UE sta negoziando un accordo commerciale con il Giappone per:

  • eliminare questi ostacoli
  • contribuire a plasmare norme commerciali globali in linea con i nostri standard elevati e i nostri valori comuni
  • inviare un segnale forte per sottolineare che due delle principali economie mondiali rifiutano il protezionismo.

Nel 2013 i governi dell’UE hanno incaricato la Commissione europea di avviare negoziati con il Giappone. Il 6 Luglio 2017 l’Unione Europea ed il Giappone hanno raggiunto un accordo di principio sugli elementi fondamentali dell’accordo di partenariato economico EU-Giappone. La Commissione europea ha ora proposto al Consiglio e al Parlamento europeo di approvare l’accordo di partenariato economico UE-Giappone. Il Jefta deve essere presentato al Parlamento europeo per l’entrata in vigore quest’anno e dovrà essere ratificato dal parlamento di Ue e Giappone prima di entrare in vigore intorno a fine marzo 2019, prima dell’inizio della Brexit.

 Un accordo di partenariato strategico

In parallelo, l’UE sta negoziando con il Giappone anche un accordo di partenariato strategico. Lo SPA è il primo accordo quadro tra l’UE e il Giappone. Rafforzerà la cooperazione e il dialogo attraverso un’ampia gamma di questioni bilaterali, regionali e multilaterali. Evidenzia i valori condivisi e i principi comuni che costituiscono le basi per una cooperazione stretta e duratura tra l’UE e il Giappone come partner strategici. Questi includono la democrazia, le norme di legge, i diritti umani e le libertà/diritti fondamentali.

L’accordo rafforzerà la cooperazione in settori quali la pace e la sicurezza internazionale, la criminalità informatica, la sicurezza energetica, la mitigazione dei cambiamenti climatici, l’innovazione e la cooperazione in materia di amministrazione della giustizia e applicazione della legge.

A Bruxelles, il 12 dicembre 2018, la Commissione europea aveva espresso apprezzamento per l’approvazione dell’accordo di partenariato economico UE-Giappone e dell’accordo di partenariato strategico UE-Giappone da parte del Parlamento europeo. Il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, aveva dichiarato: “A quasi cinque secoli da quei primi legami commerciali instaurati dagli europei con il Giappone, l’entrata in vigore dell’accordo di partenariato economico UE-Giappone conferirà una dimensione totalmente nuova alle nostre relazioni commerciali, politiche e strategiche. Esprimo un encomio al Parlamento europeo per il voto di oggi, che rafforza il messaggio inequivocabile dell’Europa: insieme ai nostri partner cui siamo legati da una stretta amicizia, come il Giappone, continueremo a difendere un commercio aperto, vantaggioso per tutti e fondato su regole. Più delle parole o delle intenzioni, questo accordo apporterà benefici significativi e tangibili alle imprese e ai cittadini in Europa e in Giappone.”

Oggi, sappiamo con certezza che l’accordo di partenariato economico (EPA – Economic partnership agreement) è entrato in vigore il 1° febbraio 2019. L’area commerciale sarà aperta a 600 milioni di persone. L’UE e il Giappone hanno concordato di completare le procedure di approvazione e come ultimo passo verso l’UE, il Consiglio ha adottato una decisione sulla conclusione dell’APE.

Inoltre, il Giappone ha informato l’UE di aver compiuto il processo di approvazione per l’accordo di partenariato strategico (SPA – Strategic partnership agreement). Sulle basi di questa comunicazione, una grande parte dello SPA sarà messa in pratica su basi provvisorie già dal 1° febbraio 2019. L’accordo entrerà formalmente in vigore una volta approvato da tutti gli stati membri dell’Unione europea.

 

 

Related Post