0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

Rubriche#USA2020Il South Carolina “resuscita” Joe Biden

Il South Carolina “resuscita” Joe Biden

-

Alla vigilia del SuperTuesday il vice di Obama domina le primarie, Pete Buttigieg si ritira.

Vittoria netta e inaspettata di Joe Biden che smentisce i sondaggi, ribalta le previsioni dei commentatori e determina il ritiro dalle primarie di Pete Buttigieg, il trionfatore dell’Iowa. Il South Carolina ha prodotto l’ennesimo colpo di scena che non ha lasciato indifferenti analisti ed addetti ai lavori, un successo senza dubbio superiore alle aspettative. Joe (48,4%) ha staccato Bernie Sanders di quasi 30 punti, Buttigieg ha preso l’8%, Warren il 7% e Klobuchar il 3%.

Il rettilineo finale, alla vigilia del Super Martedì, vede quindi una corsa a due, in attesa di vedere come andrà Bloomberg all’esordio domani. Biden dovrà ripetersi subito, dimostrando che il South Carolina non è stato un caso isolato, ma l’inizio del processo di confluenza di tutto l’elettorato moderato sotto la sua etichetta.

Intanto la sorpresa dell’Iowa Pete Buttigieg si ritira, l’ex sindaco di South Bend, 38 anni, riferiscono nella notte i media americani, abbandona la corsa per la Casa Bianca. Buttigieg, comunque, lascia un segno nelle primarie. Dopo aver vinto in Iowa, si è piazzato al secondo posto in New Hampshire: primo candidato dichiaratamente gay, militare in Afghanistan, fa parte comunque del futuro dei democratici americani.

Biden ha vinto tra gli afroamericani ottenendo il 61% del voto del «black people», solo il 17% ha scelto il leader «socialista democratico», questa la chiave per decrittare i risultati di ieri e adesso il Super Martedì.

Le scelte degli afroamericani potrebbero condizionare gli equilibri in sette Stati del Sud dalla Virginia all’Alabama, dal Tennessee al Texas. Secondo alcuni l’exploit dell’ex vicepresidente potrebbe essere circoscritto, in South Carolina Biden ha potuto contare sull’appoggio del deputato Jim Clyburn, gran catalizzatore della comunità nera. Secondo altri media statunitensi Biden potrà ripetere la “formula South Carolina”, staremo a vedere tra 24 ore.

Barack Obama. L’ex presidente ha promesso di restare neutrale durante le primarie, ma vedendo che la sfida è arrivata al momento della scelta tra Joe e Bernie, potrebbe intervenire.

Next stop: Alabama, Samoa, Arkansas, California, Colorado, Maine, Massachusetts, Minnesota, North Carolina, Oklahoma, Tennessee, Texas, Utah, Vermont, Virginia, e democratici all’estero. Tra questi stati, quelli che hanno un elettorato simile alla South Carolina sono Alabama, Arkansas, North Carolina, Tennessee, Texas e Virginia. Se Joe li vincesse tutti si rilancerebbe definitivamente.

Corsi Online

Articoli Correlati

“Buy american”: Joe Biden si è “Trumpizzato”? Intervista a Gabriele Natalizia

Il nostro coordinatore Gabriele Natalizia, professore associato del Dipartimento di Scienze Politiche presso Sapienza Università di Roma, è intervenuto...

Cina e Russia: accordi e strategie nel “Grande Gioco” per l’heartland centroasiatico

Il ritiro americano dall’Afghanistan, anticipato rispetto alla data prefissata per l’11 settembre 2021, è stato accompagnato dall’avanzata dei talebani...

L’agency Africana nella partita energetica: un anno di rinnovamento per le relazioni tra Europa e Africa?

Il conflitto russo-ucraino e la lotta ai cambiamenti climatici hanno segnato la competizione geopolitica in Africa in materia di...

I risultati definitivi delle midterm americane: uno sguardo dall’Europa

Le midterm del 2022, in occasione delle quali alcuni media pronosticavano un’onda rossa capace di ostacolare l’agenda Biden, hanno...