0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

Sala StampaI francesi sbarcano in Libia: nave attracca in un...

I francesi sbarcano in Libia: nave attracca in un porto di Haftar

-

La notizia circola da alcuni giorni, ma solo oggi è stata riportata da Al Jazeera: una nave franceseè rimasta ormeggiata per molte ore nel porto di Ras Lanuf, in Libia. Il porto è controllato da tempo dalle forze del generale Khalifa Haftar, che ha iniziato da settimane la sua avanzata su Tripoli per rovesciare il governo di Fayez al-Sarraj. Anche se dal comando della Cirenaica continuano a dire che si tratti di un’operazione anti terrorismo.

Secondo le notizie riportato dal media arabo, la nave della Marine nationale è rimasta nel porto di Ras Lanuf per alcune ore. I più cauti parlano di uno scalo tecnico. Ma altri, fra cui il corrispondente, parlano apertamente di motoscafi scaricati dalla nave di Parigi. In ogni caos, la smentita ancora non c’è stata. E il fatto che si parli di “scalo tecnico” indica che qualche cosa c’è stato. Tanto è vero che il comandante della Marina del Governo di accordo nazionale di Tripoli, Redha Issa, non ha usato mezzi termini, avvertendo del fatto che qualsiasi infiltrazione in Libia è “un tentativo di suicidio”.

LEGGI L’ARTICOLO

Corsi Online

Articoli Correlati

Lorenzo Termine (Gepolitica.info): “Ecco cosa sta succedendo a Taiwan”

Lorenzo Termine di Geopolitica.info ai microfoni di ‘Notizie.com’: “Esiste il rischio di un intervento americano in caso di operazione...

Uno sguardo al mondo: la complessità del presente e il nuovo ordine mondiale. Intervista al Prof. Gabriele Natalizia

Cosa sta succedendo alle relazioni internazionali nel nuovo contesto geopolitico che si è aperto con la guerra in Ucraina?...

Sri Lanka: ennesima vittima dello Scrooge pechinese 

Nelle relazioni internazionali è opportuno lasciar sedimentare gli avvenimenti; il rischio dei rilanci ad effetto senza alcuna analisi, è...

Fuoco e guerra dalle acque del levante

Il Mediterraneo si presta ancora una volta a fare da sfondo ideale per chi intende spostare l’attenzione dall’Ucraina; ora...