Francis Fukuyama: China’s ‘bad emperor’ returns
Francis Fukuyama: China’s ‘bad emperor’ returns - GEOPOLITICA.info

L’abolizione del limite dei due mandati annunciata da Xi Jinping potrebbe garantire a quest’ultimo la guida della RPC a tempo indeterminato, trasformando la Repubblica socialista cinese in un governo personale incentrato sulla figura del leader del Partito comunista.
La questione della successione è sempre stata uno dei punti deboli dei regimi autocratici, che solo buone regole in materia di rielezione e limitazione del potere dei singoli possono aiutare a superare.

LEGGI L’ARTICOLO

Articoli correlati

Tradizione e modernità nel pensiero politico della... L’ordine cinese, a metà ottocento non resse l’impatto con un sistema eurocentrico di stati-nazione. Con il crollo dell’ultima dinastia imperiale (1911...
A Tale of Two Asias Whatever happened to the "Asian Century?" In recent months, two Asias, wholly incompatible, have emerged in stark relief. There is "Economic Asia," t...
(Ancora) “confusione sotto il cielo”: nuove discre... Il raggiungimento di una tregua nell’escalation protezionistica che ha impegnato Pechino e Washington negli ultimi mesi ha permesso ai mercati di tira...