0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

0,00€

Nessun prodotto nel carrello.

TematicheItalia ed EuropaAccordo Meloni-Rama: i rischi di infiltrazioni della mafia albanese

Accordo Meloni-Rama: i rischi di infiltrazioni della mafia albanese

-

L’accordo Meloni-Rama, nella logica di una equa ridistribuzione dei migranti, serba un rischio che ha ricevuto poca attenzione mediatica: favorire indirettamente i traffici dei cartelli criminali albanesi, arricchitisi, negli anni, dal traffico illegale di esseri umani. 

Il «Protocollo Italia-Albania» è un accordo suggellato dalla Presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni e dal Primo Ministro albanese Edi Rama, che prevede la costruzione di due centri per la gestione dei migranti salvati in mare: uno sarà allocato presso il porto di Shengjin; l’altro nel piccolo villaggio di Gjader. L’accordo nasce per due motivi principali: promuovere un’equa gestione dei flussi migratori e rafforzare la cooperazione bilaterale tra i due Paesi. Tralasciando il dibattito squisitamente politico relativo alle varie critiche sollevate, il protocollo rischia di costituire una feconda opportunità per le consorterie criminali albanesi, problema di cui i due Paesi dovrebbero tener conto. 

La mafia albanese sta acquisendo maggior peso nello scenario internazionale. È divenuta a tutti gli effetti una realtà criminale, riuscendo a incistarsi nel traffico internazionale di cocaina: infatti, gode di notevoli appoggi nei porti strategici di Anversa, Rotterdam e Amburgo, grazie ai quali riversa grossi quantitativi di droga nel condotto europeo. La diversificazione degli interessi economici ha portato la mafia albanese ad approvvigionarsi, altresì, dal traffico di esseri umani. Forti della vicinanza con la Puglia, i sodalizi criminali albanesi hanno egemonizzato tutta la rotta adriatica dei migranti. Dalle coste albanesi, turche o greche, frotte di imbarcazioni, passando per il corridoio del Canale d’Otranto, approdano nelle zone del basso Salento. Il Procuratore della Repubblica di Lecce, Leonardo Leone De Castris, audito dai membri della Commissione parlamentare sul fenomeno delle mafie in Puglia, ha affermato che, benché non ci sia una netta correlazione tra il fenomeno migratorio e il terrorismo, il territorio di Lecce è il punto di arrivo di «una rotta che riguarda soggetti provenienti da Siria, Iraq, Iran, Pakistan, al momento cuore dello jihadismo». 

A tal proposito, l’attività di polizia denominata «Astròlabio» ha sgominato quattro cellule criminali che traghettavano migranti dai litorali albanesi, greci e turchi verso il Nord Europa. L’indagine ha disvelato la capillare ripartizione dei compiti all’interno del consorzio criminale: «Un gruppo si occupava del reclutamento dei migranti – scrivono gli investigatori della DIA nell’ultima relazione – mediante l’utilizzo di chat, un altro reperiva i mezzi e di ingaggiava gli scafisti, mentre gli altri erano deputati al recupero degli scafisti a traversata effettuata per poi riportarli nei Paesi di partenza ed organizzare nuovi viaggi». Il prezzo fissato per il trasporto era di circa sei mila euro. 

Dunque, l’accordo Meloni-Rama potrebbe favorire, involontariamente e se i due Paesi non dovessero prendere le giuste contromisure, il traffico clandestino di esseri umani nell’Adriatico: ed è un rischio che non ci si può permettere; soprattutto in questa congiuntura storica, in cui la mafia albanese è entrata nel novero delle cosiddette “mafie avanguardiste”.

Articoli Correlati

Fontana e il triangolo con Ungheria e Balcani

Il presidente della Camera ospite d'onore della riunione dei presidenti dei Parlamenti del Sudest europeo sull'allargamento ai Balcani occidentali....

Perché le visite di Mattarella in Corea del Sud e Uzbekistan sono strategiche

Chiamarla manovra di accerchiamento della Cina sarebbe troppo. Ma l’espressione è chiarificatrice del senso del filo rosso che lega...

L’emergenza immigrazione a Venezia nel film “Io capitano” di Garrone

Si parla di emergenza immigrazione alla 80^ Mostra del Cinema di Venezia 2023 con il film Io Capitano di Matteo Garrone. In...

Gli undici libri da leggere a tema Germania

È arrivata la “Reading List” sulla Germania! Scopri gli undici libri utili per approfondire le tematiche relative alla Germania. Federico...