La lezione della Bolivia: ridurre la produzione di coca si può

Lo sradicamento forzato è la tecnica usata da decenni come strategia per regolare le piantagioni di coca in Sud America, dando luogo a gravi violazioni dei diritti umani tra i coltivatori e incidendo solo in piccola parte sull’industria della droga.

La lezione della Bolivia: ridurre la produzione di coca si può - GEOPOLITICA.info

Sin dalla sua elezione nel 2005, il Presidente boliviano Evo Morales, egli stesso un ex coltivatore di coca, ha promosso una politica innovativa, che mira a collaborare con le organizzazioni comunitarie al fine di ridurre e regolare la produzione di coca, e allo stesso tempo a investire in infrastrutture, nella produttività economica e nello sviluppo sociale delle regioni interessate.

Anche se ci sono notevoli differenze tra le nazioni andine, ci sono delle lezioni che Colombia e Perù potrebbero imparare dall’esperienza della Bolivia. Questo è particolarmente evidente per quanto riguarda la Colombia, dove la riduzione della coca è apparso come un punto fondamentale nello storico accordo di pace siglato tra il governo e le FARC nello scorso settembre.
A tal proposito una delegazione di coltivatori di coca colombiani ha visitato la Bolivia nello scorso febbraio, incontrando lavoratori statali e membri della società civile. L’obiettivo era capire come le politiche boliviane, in collaborazione con l’Unione Europea e investendo nelle comunità senza richiedere lo sradicamento delle piantagioni, possano essere applicate alla Colombia.

Il seguente articolo di Julia Romani Yanoff dell’Andean Information Network (AIN) di Cochabamba indica come gli elementi di controllo delle comunità di coca boliviane possano servire come modello per la riduzione della coca in Colombia e per lo sviluppo del paese.

LINK IN INGLESE
LINK IN SPAGNOLO